Cosa sono i cookie?

Un cookie è un file che un sito Internet invia all’utente / visitatore per registrare dati e impostazioni di personalizzazione relativi al servizio che il sito offre.

Per rendere più chiaro questo concetto, possiamo paragonare la parola cookie ad un biscotto.

Cosa serve per fare un cookie?

Cookie = biscotti

Proviamo ad immaginare di leggere la ricetta di questi biscotti:

Ingredienti

Possono essere distinti tre tipi di ingredienti:

  • tecnici, che servono al sito per garantire un’operatività più efficace, funzionale, facile da utilizzare
  • analitici, che permettono di raccogliere informazioni sui visitatori del sito e forniscono strumenti statistici di valutazione
  • di profilazione che rappresentano “le gocce di cioccolata nascoste nel biscotto.”

Sono programmi che controllano la navigazione dell’utente, tracciandola al fine di monitorare e profilare il suo comportamento, i gusti, le abitudini, le scelte di consumo.

Quando un sito usa cookie di profilazione, come se fosse un “allergene”, si deve avvertire il visitatore e deve essere richiesto il consenso prima che il cookie in questione sia attivo. In mancanza del consenso, il cookie di profilazione non può essere reso operativo.

Quando si usano cookie di profilazione il visitatore deve essere informato e va chiesto il consenso

Profilazione

I cookie analitici servono a monitorare l’uso del sito da parte degli utenti con l’obiettivo di utilizzarlo. 

Possono essere predisposti direttamente dal proprietario del sito, dunque essere di prima parte; in questo caso legalmente vengono assimilati a quelli tecnici.
Sempre in questo caso, il gestore del sito è considerato titolare del trattamento ed ha l’obbligo di segnalarli nell’informativa privacy senza obbligo di banner e notificazione.
I cookie analitici possono anche essere preparati da altri: sono quelli di terze parti. 

Il gestore del sito non è soggetto agli obblighi e agli adempimenti previsti dalla normativa (banner e notificazione), a condizione che vengano adottati strumenti idonei a ridurre il potere identificativo, ad esempio, mediante mascheramento di proporzioni significative dell’indirizzo IP.

In questi casi, la terza parte deve impegnarsi contrattualmente a fare delle informazioni raccolte solo l’uso concordato per l’erogazione del servizio in favore del gestore del sito. 

A questo punto, proseguendo nella nostra metafora, abbiamo preparato un biscotto semplice. Se però vogliamo raggiungere il massimo risultato possibile, dobbiamo “cuocere” il nostro prodotto, aggiungendo energia e potenzialità, attraverso la profilazione.
La maggior parte dei siti web non utilizza cookie profilanti di prima parte, ma consente l’installazione di cookie di terze parti profilanti, attraverso l’embed, cioè la possibilitá di incorporare elementi di vario genere come:

  • la mappa di Google Maps
  • le slide pubblicate su SlideShare
  • il tasto Like di Facebook
  • lo stream di Twitter
Il remarketing è una tecnologia fondata sul rilascio di cookie che seguono il pubblico su tutto il web.

Tutti questi strumenti comportano il rilascio di cookie di terze parti profilanti, dunque sarà necessario fornire adeguata informativa e fare in modo che l’installazione di questi cookie avvenga solo dopo aver ottenuto il consenso.

Può succedere che la finalità di profilazione di terza parte sia condivisa con il titolare del sito: è il caso in cui le informazioni sui visitatori vengono utilizzate per servizi di remarketing

Possiamo immaginare che, in questa fase, il biscotto venga assaporato, mangiato, e contribuisca a fornirci energia. 

Tecnicamente il remarketing è una tecnologia fondata sul rilascio di cookie che seguono il pubblico su tutto il web. Il funzionamento è semplice: 

  1. il titolare di un sito web inserisce un codice nel proprio sito
  2. il visitatore navigando accede al sito
  3. il codice rilascia nel browser un cookie anonimo

In un secondo momento, quando il visitatore, tracciato da questo cookie, naviga sul web, il cookie permette al fornitore, terza parte, che fornisce il servizio di remarketing, di pubblicare annunci che vengono mostrati solo ai visitatori che hanno precedentemente visitato il sito.

In questo caso il titolare del sito dovrà porre in essere tutti gli adempimenti previsti riguardo la profilazione: informativa, richiesta consenso e banner.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *