Perchè essere consulente Privacy oggi? Cosa fa, chi è e di cosa si occupa il consulente Privacy e GDPR

Nel nostro ufficio StudioBia a Parma, in via Aleotti,1 lavora Gabriella Spinelli, consulente Privacy.

Conosciamola un po’ di più facendoci raccontare “cosa fa per la Privacy” e perché le sta a cuore questo argomento.

Perché la Privacy?

Grazie Simona per questa intervista.

Sono laureata in Economia e ho gestito per molti anni il front office di un centro sportivo.
Nel mio percorso lavorativo ho sempre avuto contatti diretti con diverse tipologie di clienti e trattato una moltitudine di dati.

Da circa un anno sono una specialista della Privacy e si sta rivelando una bella esperienza.

Ho coltivato un interesse per la protezione dei dati grazie al tipo di lavoro che ho svolto precedentemente. Ha fatto maturare in me la consapevolezza che il cliente ci affida qualcosa che ha un valore e di cui molto spesso non se ne rende conto: i suoi dati.

Frasi e intervista di Gabriella

Cosa ti piace del tuo lavoro?

Il rapporto di fiducia che si crea con il cliente.

L’ adempimento deve essere conforme alla specifica realtà aziendale.

Il mio lavoro consiste nell’accompagnare i clienti nella costruzione dell’adempimento Privacy.

Il cliente deve raccontare quello che succede “a casa sua”, nella propria azienda o organizzazione.

Bisogna saper ascoltare, dare suggerimenti e rispondere ai dubbi o eventuali problemi.

Gli stimoli non mancano!

Cosa stai facendo adesso?

Essere consulente Privacy è un lavoro dinamico che richiede uno studio e un aggiornamento costante. Ogni giorno ci si interfaccia con clienti diversi appartenenti a settori lavorativi spesso molto lontani tra loro.

Sto facendo un vero e proprio percorso formativo.

Il mio obiettivo è quello di certificare le mie competenze come DPOData Protection Officer per operare sia nella Pubblica Amministrazione che nelle aziende private.

Qual è l’argomento che ti sta a cuore?

Molto spesso si sottovaluta l’importanza di proteggere i nostri dati.

Al giorno d’oggi si forniscono dati con leggerezza, ad esempio quando si scarica un’ App sullo smartphone.

Apparentemente è gratuita ma la stiamo pagando con i nostri dati.

Ascoltando i video su YouTube di *StudioBia DPO Privacy*, si possono capire tantissime dinamiche che ruotano intorno al rilascio dei dati come nel video “La cultura del dato

Questo dovrebbe far capire quanto siano importanti e che valore abbiano. Dovremmo usare con consapevolezza gli strumenti a nostra disposizione.

I nostri dati per qualcun altro hanno un valore. Perché per noi no?

Per sensibilizzare i nostri clienti e tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo Privacy o che desiderano capire e approfondire terminologie, argomenti e documenti rilasciati sul web, vi invito a seguire il nostro canale YouTube *StudioBia DPO Privacy* iniziando proprio da qui: “Di cosa si occupa lo StudioBia

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *